Dei delitti e delle pene

 13,00

“Perché ogni pena non sia una violenza di uno o di molti contro un privato cittadino, dev’essere essenzialmente pubblica, pronta, necessaria, la minima delle possibili nelle date circostanze, proporzionata a’ delitti, dettata dalle leggi”.

Descrizione

Considerato alla base della scienza criminale moderna e del diritto penale contemporaneo, il saggio fu dato alle stampe in forma anonima nel 1764. Nel 1766 il trattato fu tradotto in francese riscuotendo un grande successo e una vasta popolarità in tutta Europa. Nella pubblicazione Cesare Beccaria critica gli errori e i rigori del diritto e della procedura penale in vigore nel suo tempo biasimando la pena di morte e la tortura. Per Beccaria, infatti, non è l’intensità della pena a esercitare un ruolo preventivo dei reati, ma “l’estensione”, ossia la certezza e la prontezza con cui questa viene comminata.

  • On Crimes and Punishments
  • Des délits et des peines
Dettagli libro

  • Pagine: 192
  • Anno di pubblicazione: 2021
  • ISBN: 9788865584156
  • Lingua: italiano
  • Editore: Ecra. Edizioni del Credito Cooperativo
Autore

Cesare Beccaria

Cesare Beccaria (Milano, 1738-1794), giurista, filosofo, economista e letterato è considerato uno dei massimi esponenti dell’illuminismo italiano.

Recensioni

Ancora non ci sono recensioni.

Recensisci per primo “Dei delitti e delle pene”

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

Ti potrebbe interessare…

Torna in cima