Il carcere

Il carcere

 12,00

Romanzo breve di matrice autobiografica, è ispirato al periodo di confino che Pavese trascorse a Brancaleone Calabro, tra il 4 agosto 1935 e il 15 marzo 1936.

Descrizione

Pubblicato nel 1948 nel volume Prima che il gallo canti (assieme a La casa in collina), Il carcere si ispira al confino che Pavese trascorse a Brancaleone Calabro, tra l’agosto del 1935 e il marzo del 1936. Il romanzo ha come protagonista Stefano, ingegnere del Nord Italia, condannato per antifascismo e relegato al Sud.
Il carcere a cui si riferisce il titolo è però anche quello interiore: nello stato d’animo del protagonista il mare del paesino meridionale fa da “quarta parete” della sua prigione. Comunque l’esistenza di Stefano, giorno dopo giorno, si intreccia con la vita degli abitanti e soprattutto con quella di due donne, la servetta Concia ed Elena, la figlia della padrona di casa. Ma tutto, presto, apparirà un’illusione.

  • The prison
  • La prison
Dettagli libro

  • Pagine: 142
  • Anno di pubblicazione: 2021
  • ISBN: 9788865584019
  • Lingua: Italiano
  • Editore: Ecra. Edizioni del Credito Cooperativo
Autore

Cesare Pavese

Cesare Pavese (Santo Stefano Belbo, Cuneo 1908-Torino 1950), scrittore, poeta, traduttore e critico letterario, è considerato uno dei più importanti autori della letteratura italiana e fra i maggiori intellettuali del XX secolo. Cresciuto tra le Langhe e Torino, Pavese dopo la laurea collabora con la neonata casa editrice Einaudi. Arrestato e mandato al confino dai fascisti, al ritorno riprende a lavorare con l’Einaudi, fino a diventarne direttore editoriale. Il premio Strega, vinto nel giugno del 1950 per La bella estate, non allevia la sua depressione, che lo porta al suicidio nell’agosto dello stesso anno.

Recensioni

Ancora non ci sono recensioni.

Recensisci per primo “Il carcere”

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

Ti potrebbe interessare…