Descrizione

Il dottor Francis Harding, specialista di malattie tropicali, vive con le figlie in una isolata casetta bianca, Rose Cottage. Le sorelle crescono “in serena innocenza, candide, mansuete e semplici”: “Myosotis bionda, Leslie biondissima, vagavano fantastiche e sognanti in un mondo d’azzurre irrealità”.

Pubblicato nel 1920, Naja tripudians è un romanzo dai toni forti sulla perdita dell’innocenza. Il titolo deriva dal nome del cobra asiatico, metafora della “mostruosa serpe bianca” che ammalia le protagoniste: ancora troppo giovani, scopriranno le “naie sociali” delle grandi città, “di cui è tripudio il contaminare e corrompere ciò che ancora di candido, di sano e di sacro è nel mondo”

  • Naja tripudians
  • Naja tripudians
Dettagli libro

  • Pagine: 200
  • Anno di pubblicazione: 2019
  • ISBN: 9788865583319
  • Lingua: Italiano
  • Editore: Ecra. Edizioni del Credito Cooperativo
Autore

Annie Vivanti

Annie Vivanti (Londra 1868-Torino 1942), figlia di Anselmo Vivanti, patriota garibaldino esule a Londra, e della poetessa tedesca Anna Lindau, visse tra l’Europa e l’America. Cosmopolita e poliglotta, giovanissima si stabilì in Italia per studiare canto. Dopo una breve carriera teatrale esordì come scrittrice nel 1890 con la raccolta poetica Lyrica, con prefazione di Giosuè Carducci, col quale strinse un’intensa relazione affettiva che durò fino alla morte di lui. Apprezzata dalla critica, pubblicò romanzi e raccolte di racconti sia in italiano sia in inglese riscuotendo un buon successo di pubblico. Ecra ha ripubblicato "...Sorella di Messalina".