Descrizione

Seguito ideale di Il bel Paese, dedicato ai siti Unesco dello “Stivale”, le immagini di Pepi e Luca Merisio questa volta ci portano alla scoperta di altri 54 luoghi tipici della provincia italiana. Località, a volte sconosciute ai più, o anche famose, ma viste in una chiave singolare, mettendo in luce aspetti più innovativi della vita di queste comunità. Il volume è un inno al turismo sostenibile suggerendo visite non più solo in automobile, ma anche percorsi a piedi e in bicicletta per soff ermarsi a guardare paesaggi da un’angolazione meno consueta, lontana dal turismo di massa. Tutti i capitoli sono introdotti da una breve scheda descrittiva del luogo.

Fotografie di Luca e Pepi Merisio. Testo di Mauro Magatti e Chiara Giaccardi Magatti

  • For ancient districts
  • Pour les quartiers anciens
Dettagli libro

  • Pagine: 256
  • Anno di pubblicazione: 2019
  • ISBN: 9788865583555
  • Lingua: Italiano
  • Editore: Ecra. Edizioni del Credito Cooperativo
Autori

Chiara Giaccardi

Chiara Giaccardi, Sociologa, è professore ordinario presso la Facoltà di Lettere e Filosofia dell’Università Cattolica di Milano. Autrice di diverse pubblicazioni, è direttrice della rivista Comunicazioni sociali.

Luca Merisio

Luca Merisio, è nato a Bergamo nel 1960 dove tuttora vive e lavora. Cresciuto alla bottega del padre Pepi è apprezzato fotografo, in particolare di paesaggi. I suoi servizi sono pubblicati, fra gli altri, su Bell’Europa, Bell’Italia, Travellers, In viaggio, Orobie, Luoghi dell’infinito, Berge.

Mauro Magatti

Mauro Magatti, economista e sociologo, è professore ordinario presso la Facoltà di Scienze Politiche e Sociali dell’Università Cattolica di Milano. Autore di diverse pubblicazioni, è editorialista del Corriere della Sera e di Avvenire.

Pepi Merisio

Pepi Merisio, nato a Caravaggio nel 1931, è considerato uno dei principali fotografi italiani. Ha collaborato con i più importanti magazine di fotografia e ha al suo attivo oltre 100 libri fotografici. Dal 1982 è coautore, per Ecra, della collana "Italia della nostra gente".